Da vedere nei dintorni (il Sannio)

Benevento:
È la leggendaria ‘città delle streghe’ che si riunivano di notte sotto il ‘noce’ al rito di ‘Unguento, unguento mandame a la noce di Benivento supra acqua et supra ad vento, e supra ad omne maletempo’.
Durante l’antichità fu un fiorente centro del ducato longobardo. Tutt’oggi conserva numerose ed affascinanti testimonianze della sua grandezza. Il monumento simbolo della città è l’ARCO DI TRAIANO che maestoso si erge nel centro cittadino. Il TEATRO ROMANO conserva le memorie di una Roma d’altri tempi. La ROCCA DEI RETTORI, conosciuta anche come Castello di Benevento, ospita la sezione storica del Museo del Sannio. La Chiesa di Santa Sofia, unica nel suo genere, con la sua forma esagonale, fu costruita da Arechi II nell’anno 762, rappresenta una delle più importanti testimonianze della Longobardia Minor. Dal 25 giugno 2011 la Chiesa fa parte del sito seriale ‘I Longobardi in Italia. I luoghi del potere (568-774 d.C.)’, ed è nella Lista del Patrimonio Mondiale dell’UNESCO. Il monastero della chiesa ospita il MUSEO del SANNIO con una ricca collezione archeologica. Per gli appassionati d’arte contemporanea d’obbligo è la visita all’HORTUS CONCLUSUS con le opere di Mimmo Palladino ed il nuovo museo ARCOS (Arte Contemporanea Sannio).

Sant’Agata de’ Goti
Borgo storico che mantiene il suo fascino inalterato da secoli. Collocato sopra ad un costone tufaceo circoscritto da due fiumi, racchiude tutta la bellezza nei dedali di stradine ricche di tesori d’arte e nel panorama mozzafiato.

Montesarchio
Ubicata alle pendici del monte Taburno, si identifica con l’antica città sannitica ‘Caudium’ fortificata dai romani per proteggere la via Appia. Il Castello e la torre del XV secolo furono destinati a prigioni di Stato e vi furono rinchiusi i patrioti napoletani Michele Pironti e Nicola Nisco.
Cerreto Sannita
Deliziosa cittadina famosa per l’antica tradizione delle ceramiche.

Cusano Mutri
Borgo medievale arroccato intorno al castello. Il dedalo di vicoli, le piazzette, le scalinate, le fontane e le chiese, le costruzioni in pietra e gli elementi barocchi rendono il centro storico unico nel suo genere. Famoso per la sagra dei funghi porcini.

Pietrelcina
Famosa per aver dato i natali a Padre Pio da Pietrelcina, vi si possono visitare i luoghi cari al Santo: la casa natale, l’olmo presso il quale ricevette le stimmate, la chiesa dei Padri Cappuccini.